Sistemi di numerazione diversi da 10

Mi e’ stato chiesto se il sistema di numerazione decimale fosse il sistema “naturale” per definizione, ovvero quello che descrivesse meglio la realta’ che ci e’ attorno.

Ma bisogna notare che nel nostro modo di parlare e di calcolare ( tempo e denaro ) ci sono riferimenti a numeri in base diversa dal 10.

Ad esempio:

“vorrei una DOZZINA di uova”…

“Un’ora e’ composta da 60 ( 12 * 5 ) minuti”

“l’angolo giro e’ composto da 360 ( 12 * 30, ma anche 6 volte 60 ) gradi”

1 anno = 12 mesi

1 sterlina = 12 pence.

1 giorno = 24 ore ( 2 * 12 )

e potrei continuare così.

A molti dei miei insegnati alle superiori chiesi spiegazioni di questo fatto, ma oltre che  dire genericamente che derivava dal sistema numerico babilonese, non mi hanno saputo dire null’altro.

Mi son chiesto, allora, perche’ i babilonesi ( ed altre culture : sumeri ed assiri ) contavano sul 12 ?

Abbiamo solo 10 dita!!

A parte escludere gli alieni ed altre cose del genere, non mi sono reso conto avevo la soluzione a portata di dita, ma mi e’ sfuggito per anni, fin quando non mi e’ capitato di veder contare in quel modo un anziano di un paese di montagna.

Come e cosa contavano i babilonesi ?

Usavano le falangi delle dita come un pallottoliere.

Tenevano il pollice appoggiato facendolo scorrere sulle falangi dell’indice – dalla piu’ distante alla piu’ prossima alla mano – ( numerdi da 1,2,3) poi del medio (4,5,6) dell’anulare (7,8,9) e del mignolo (10,11,12) [approfondisci]

Poi vorrei far notare che – sebbene il sistema di numerazione romano sia apparentemente basato sul 10, invece e’ basato sul 5, in quanto non ci sono mai piu’ di 4 simboli uguali consecutivi.

I = 1

II = 2

III = 3

IV = IIII =4

V = 5 ( attenzione ! la V e’ una forma stilizzata per indicare una mano aperta 😉 )

VI = 6

VII = 7

VIII = 8

IX = VIIII = 9

X  = 10

Ma attenzione! il simbolo romano X e’ una abbreviazione stenografica ( per far prima a scrivere – pensate alla fatica dello scalpellino che doveva inciderlo sul marmo) di 2 V con il vertice a comune!!!

Si puo’ dire che  X = VV = 10 😉

In altre culture tipo quelle polinesiane si usava come base di numerazione il 20 ( 20 dita – comprese quelle dei piedi = 5 * 4 ), come anche i galli contavano in base 20 (basti pensare che anora oggi 80 in francese si dice  quatre-vingts ovvero 4 volte 20 ) mentre i maya usavano un sistema misto posizionale ( come il nostro ) e simbolico ( come quello romano tipo: MCDLXII ) basato anche questo sul 5.

Quindi – si puo’ dire che nella nostra civilta’ ci sono almeno 4 sistemi di numerazione “naturali” usati :

il 5 il 10 il 12 ed il 20.

Nessuno ha vantaggi o svantaggi sugli altri: e’ solo una questione culturale l’utilizzare l’uno o l’altro. Il vedere il proprio sistema numerico come preferenziale e’ conseguenza del “principio antropico” ovvero quello di cercare le similitudini e le cose che ci sono piu’ familiari nelle cose nuove.

Per esempio, si cercano pianeti nell’universo dove ci sia vita simili alla terra, perche’ per noi la vita e’ possibile solo con la presenza di acqua ed ossigeno.

Ma se si va a vedere nelle “fumarole oceaniche” esistono animali che respirano lo zolfo ed i suoi composti. Se loro cercassero un pianeta dove ci possa essere vita eviterebbero quelli con l’ossigeno che per loro e’ un veleno mortale!

Per chi ne volesse sapere di piu’ consiglio di leggere qui

Nota: non ci sono numeri “privilegiati”, come per esempio il 3 ed il 7. Per esempio del 7 si dice che sia un munero ricorrente in natura: ci sono

  • 7 giorni ( ma e’ una nostra scelta, in Antico Egitto si lavorava per 10 giorni e poi si faceva festa per 2 )
  • 7 note ( ma in realta’ contando anche i diesis ed i bemolle sono 12 semitoni, ma anche questa e’ una nostra scelta, in india fra una nota e l’altra ci sono MIGLIAIA di semitoni )
  • 7 colori dell’arcobaleno  ( peccato che newton con un semplice prisma di vetro abbia fatto vedere che nell’arcobaleno ci sono infiniti colori, in quanto il fascio sfuma continuamente da una tonalita’ all’altra senza salti )
  • 7 pianeti ( peccato che quando e’ stata fatta questa affermazione, anche il sole veniva considerato un “pianeta”, ed anche dicendo un sole e 7 pianeti…  e nettuno dove lo mettiamo ? e tutti gli altri pianeti nani, quali Nettuno e Caronte, Cereres, Vesta, e tutti gli altri che vengono scoperti ormai con frequenza quasi annuale ? )

Per quanto riguarda il tre fatela voi questa prova. Se poi avete tempo provate a fare questa cosa con PI-greco, che, forse, visto che non e’ un numero intero, parrebbe non interessare la massa……..

Annunci

Un pensiero su “Sistemi di numerazione diversi da 10

  1. Pingback: Le costanti della fisica e il principio antropico: prima parte | Num3ri v 2.0

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...