Immagini vettoriali (Repost)

09.03.2013 17:04

In altri articoletti ho prlato di immagini bitmap.

Qui diamo un brevissimo e velocissimo accesso alle differenze fra una immagine bitmap ed una vettoriale.

L’immagine bitmap, ripeto e’ composta da una griglia ordinata di punti, mentre al contrario la immagine vettoriale è composta da una sequenza di “forme primitive”  che ne descrivono il contenuto e che poi un apposito programma si incarica di rappresentare nello schermo.

Se nell’immagine bitmap il faccino che ride ha una risoluzione prefissata ( nel nostro caso erano 256 pixel in totale ) ed era rappresentato come una sequenza di numeri, l’analogo smile può essere rappresentato con una sequenza di istruzioni tipo:

  • occhio_sx=cerchio(pos_x=5,pos_y=6,raggio=1,spessore=1,colore=nero,sfondo=nero)
  • occhio_dx=cerchio(pos_x=10,pos_y=6,raggio=1,spessore=1,colore=nero,sfondo=nero)
  • faccia=cerchio(pos_x=7,pos_y=7,raggio=7,spessore=1,colore=nero,sfondo=ianco)
  • bocca=arco(inizio=(9,3),fine=(9,10),ampiezza=3,spessore=1,colore=nero)

Sarà poi compito del programma di visualizzazione dell’immagine vettoriale ricostruire sullo schermo l’immagine in punti in base ad alcuni parametri di visualizzazione che non stiamo a descrivere per brevità.

In genere la sintassi generale delle primitive e’

  • nome_dell_oggetto=primitiva(lista delle caratteristiche)

Esistono svariati tipi di primitive e di attributi, ma ognuno di questi è caratteristico di ogni formato con cui viene generata l’immagine vettoriale.

Se andiamo a ingrandire molto una immagine bitmap avremo qualcosa del genere:

Mentre invece se facciamo una cosa analoga con una immagine raster avremo:

La principale differenza con la grafica bitmap, oltre quella detta sopra, è la possibilità di manipolare ( cambiare forma, posizione colore ed ogni altro attributo ) delle singole forme disegnate dalle “primitive”  senza alterare la struttura di tutte le altre che compongono il disegno. Questo è particolarmente utile in caso debbano essere progettati dei prototipi ( ad esempio di auto ) ognuno dei quali presenti solo alcune lievi differenze con il precedente.

Il programma in questione poi può esportare, una volta terminato il lavoro di prototipazione, le immagini vettoriali in immagini di tipo bitmap.

Generalmente non è possibile trasformare una immagine bitmap in fomato vettoriale.

La grafica vettoriale viene utilizzata principalmente in programmi di CAD e di modellazione.

Un tipico programma di modellazione in grafica vettoriale sono Inkscape (in 2 dimensioni) e blender (in 3 dimensioni).

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...