Il punto centrale – 4 (Repost)

14.03.2013 15:30

Abbiamo visto in precedenza alcune cose sulla “buffer zone” interna. Ora vorrei vedere di accennare una spiegazione di come la formula di Rossmo la caratterizza tramite il valore “g” – dove g può indicare quanto sono “nervosi” (e quindi conseguentemente aggressivi) i calabroni all’allontanarsi dal proprio nido.

Senza scendere troppo nei particolari ( semplificando al massimo ) la formula di Rossmo dentro la buffer zone diventa qualcosa del tipo:

Se rappresentiamo il grafico della probabilità al variare di “g” avremo:

Come si vede da questo grafico,

se “g” è minore di uno ( curva nera ) il calabrone resta molto calmo fino ad una grande distanza dal nido e la relativa probabilità che aggredisca qualche malcapitato passante diventa alta solo nella zona sfumata nera.

g è pari ad uno ( curva azzurra )  la zona dove il calabrone ha un comportamento nervoso aumenta ( zona azzurra + zona nera )

g è maggiore di l’ampiezza della zona di “aggressione” aumenta ancora ( zona rossa + zona azzurra + zona nera )

Vista dall’alto avremo che tali zone sono disposte in questo modo

E’ evidente l’aumentare dell’ampiezza della zona all’aumentare di g.

Annunci

2 pensieri su “Il punto centrale – 4 (Repost)

  1. Pingback: Il punto centrale – 3 (Repost) | Num3ri v 2.0

  2. Pingback: Il punto centrale – 5 (Repost) | Num3ri v 2.0

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...