Il punto centrale – 5 (Repost)

04.04.2013 19:00

Nell’articoletto precedente abbiamo descritto cosa accade all’interno della buffer zone. Vediamo di spendere alcune parole per descrivere quello che accade al di fuori della Buffer Zone.

Senza stare a riproporre la formula di Rossmo, possiamo ragionare in maniera “grafica”: possiamo pensare che all’esterno della zona il comportamento sia analogo a quello all’interno, ma speculare rispetto al punto di “ampiezza massima”.

Ovvero possiamo pensare di ribaltare orizzontalmente le curve ( quello che in inglese viene detto “flip horizzontal” ) rispetto alla linea tratteggiata.

Per caratterizzare il comportamento – la minore o maggiore aggressività del calabrone nella zona esterna – usiamo il parametro “f” che ha significato analogo a quello di “g” ma indica un comportamento diverso: più “f” è grande e più il calabrone è aggressivo fuori di della buffer zone e man mano che si allontana si lascia sopraffare dalla paura del territtorio ignoto.

Possiamo immaginare che il modo con cui aumenta l’aggressività all’interno della buffer zone ( caratterizzata da “g” ) non sia lo stesso con cui diminuisce all’esterno (parametro “f“) ovvero la zona di “incertezza” non e’ detto che si espanda allo stesso modo verso l’esterno o verso l’intero del punto denotato “ampiezza massima”. Unendo le 2 zone – e non disegnando le curve – avremo che la zona di aggressione vista in funzione della distanza può venir rappresentata come segue :

Questa “zona di incertezza” si troverà lungo una quasiasi linea retta che parte dal centro degli eventi e si allontana da esso ed individuerà un anello sfumato che circonda il centro. In termini un po’ più rigorosi si può dire che è disposta con simmetria rotazionale attorno al centro.

Ma i discorsi fatti fino ad ora si basavano sulla ipotesi di conoscere la posizione del nido e non conoscere dove i calabroni pungono e non il viceversa.

Però se ci pensiamo bene, possiamo risolvere questa “discrepanza” ragionandoci sopra e “ribaltando” il problema.

Abbiamo detto che il calabrone può pungere in una zona “sfumata” ( fuzzy ) che comincia più o meno ad una certa distanza dal nido (distanza minima) e finisce più o meno ad un’altra (distanza massima).

Quindi, se ci troviamo in un punto dove qualcuno è stato pizzicato da un calabrone significa che il nido da cui è partito si trova a non meno della distanza minima e a non piu’ della distanza massima. Questa zona descrive un anello in tutto e per tutto simile a quello descritto nella figura sopra.

Ed in che direzione si trova il nido ? In una direzione qualsiasi compresa in questa fascia.

Questo significa che conoscendo un solo “caso” non saremo in grado di trovare il nido. Ma se i casi sono 2, possiamo restringere tutte le direzioni possibili ad un singolo fascio. E se i casi sono più di 2 allora la zona dove si trova il nido ( ricostruita in base alla distanza ed alla direzione ) si restringe sempre di più.

Un esempio: Se supponimamo che i rombi siano i punti dove i calabroni si sono manifestati possiamo disegnare attorno ad essi un cerchio che rappresenta la distanza media ( stimata dalla conoscenza di altri alveari ) a cui si trova il nido. Come si può vedere non esiste un unico punto in cui i cerchi si sovrappongono.

Se invece di rappresentare un cerchio netto ( in nero ) rappresentiamo la fascia di probabilità di cui abbiamo parlato fino ad ora e sovrappomiamo le vare areee avremo:

Ma se invece di sovrapporre le varie fascie rosse, rappresenteremo in sfumature di rosso solo le zone dove tali fascie si sommano avremo quanto segue:

E quindi comparirà finalmente la zona rossa!!! Ovvero la zona dove la probabilità di trovare il nido del calabrone è massima.

Annunci

2 pensieri su “Il punto centrale – 5 (Repost)

  1. Pingback: Il punto centrale – 4 (Repost) | Num3ri v 2.0

  2. Pingback: Il punto centrale – 6 (Repost) | Num3ri v 2.0

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...